Cos’è il Memory Remap?

Dopo un aggiornamento RAM superiore a 3 GB è possibile che il sistema sia in grado di sfruttare solo 3,25 GB. Grazie al Memory Remap il sistema viene sfruttato al 100%. Qui di seguito vi mostriamo come.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars | 2 (5,00)
Loading...
| Tom Bauer | Lascia una risposta
Tag:,

Cos’è effettivamente il Memory Remap?

Il Memory Remap è conosciuto anche come “Il problema dei 4 GB”, con cui molti utenti di PC si ritrovano a fare i conti. Per chi volesse espandere la memoria del proprio PC oltre 3GB si ritrova a dover affrontare un problema: nonostante abbia installato il nuovo modulo di memoria in modo corretto, il sistema sfruttare solo una capacità massima di 3,5 GB. Questo verrà indicato anche dal BIOS stesso.

Come funziona?

Le schede PCI e AGP così come la scheda aggiuntiva Bus-IDE sopportano massimo 32 Bit. Questo significa che possono riconoscere un massimo di 32 Bit di indirizzi. Nel BIOS di una scheda madre è riservata una zona, nemmeno così ridotta, per i dispositivi di in- e output (dispositivi I/O). Solitamente questa zona ha una capacità tra i 3 e i 4 GB, quindi sicuramente al di sotto dei 32 Bit. La maggior parte della capacità disponibile è richiesta per la scheda grafica.
Fino a qualche anno fa lo spazio degli indirizzi con cui si lavorava era più ampio della memoria RAM a disposizione. Si trattava di capacità pari a 512 MB, che bastavano senza problemi. Oggi però si tende ad espandere la memoria RAM oltre questi valori, per cui i sistemi da 32 Bit non sono però concepiti.

Sfruttare l’intera capacità della memoria RAM grazie al Memory Remap

Memory RemappingGrazie al Memory Remap è possibile sfruttare al 100% la propria memoria RAM installata ma non completamente disponibile. Il Memory Remap rende “visibile” quella memoria fino a quel momento “invisibile”, oltre al confine dei 4 GB.

Nel caso dei sistemi a 32 Bit il Memory Remap sarà però limitato in quanto dotato di una capacità fino a 32 Bit, pari a 4 GB. Per questo il sistema operativo Windows XP, così come Windows Vista, anche dopo il Memory Remap potrà sfruttare una memoria massima pari a 3,25 GB. Dopo il Memory Remap verrà infatti indicata una capacità pari a 4 GB ma il sistema ne sfrutterà effettivamente solo 3,25. Il motivo è da attibuire a Microsoft. In questo caso è possibile sfruttare interamente i 4 GB solo dopo aver attivato un’ulteriore estensione (PAE – Physical Address Extension) e aver utilizzato le varianti server a 32 Bit.

Anche in questo caso ci sono delle eccezioni, come per esempio l’edizione Web del Windows Server 2003, la cui capacità massima è limitata a 2GB.


Al contrario, i sistemi a 64 Bit possono operare con molta più efficacia e il Memory Remap è un’opzione del tutto consueta.

Coloro che usano Windows 7 con un sistema da 64 Bit possono consultare l’articolo del blog „Windows 7 (64 Bit): il sistema operativo „sottrae“ memoria RAM?“ per ulteriori informazioni e consigli. Anche il nostro articolo “Breve guida per la risoluzione dei problemi che sorgono durante l’installazione di memorie RAM” vi fornirà tutte le informazioni utili, qualora l’aggiornamento della memoria RAM non abbia sortito i risultati desiderati.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *