Memoria RAM “persa”? Il fenomeno dei 4GB

Non è il modulo la causa del problema per cui il sistema operativo indica una capacità di memoria inferiore rispetto alla memoria RAM installata.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars | 3 (4,67)
Loading...
| Tom Bauer | Lascia una risposta
Tag:,

Pur avendo effettuato l’aggiornamento della memoria RAM in maniera corretta, soprattutto chi usa ancora sistemi meno recenti potrebbe imbattersi nel fenomeno per cui il sistema operativo indica una capacità di memoria RAM inferiore rispetto a quella installata. Il caso più diffuso consiste nel fatto che sia stata installata una memoria da 4GB o superiore ma si possono sfruttare solo fino a 3,25GB.

Da cosa dipende?

In base alle esigenze che si presentano a seconda del tipo di PC (per esempio le risorse della scheda madre o le limitazioni dettate dal sistema operativo), alcuni sistemi spesso non sono in grado di sfruttare l’intera capacità di memoria prevista dal modulo installato.

Solitamente per poter utilizzare una memoria RAM da 4GB è necessario un sistema operativo da 64 Bit. Quindi per via della complessità dei software installati su un sistema operativo da 32 Bit non si possono sfruttare più di 2,32 Byte, limitandosi a 4GB di memoria RAM.

Se questa limitazione non è la causa possibile per cui viene visualizzata una memoria RAM inferiore allora questa è da attribuirsi al “problema dei 4GB”. Questo fenomeno si presenta nel momento in cui le risorse del sistema elencate qui di seguito bloccano parte della memoria (tra 2 e 4GB) per altri scopi interni al sistema (es. spazio degli indirizzi) determinando così una riduzione della capacità di memoria disponibile per il sistema operativo:

  • Sistema BIOS
  • Risorse della scheda madre (I/OxAPIC)
  • Memory Mapped I/O
  • PCI Express Configuration Space (interconnessione di componente periferica)
  • Additional PCI Device Memory (Graphics Aperture)
  • Memoria VGA
  • ecc.

Anche se questo spazio della memoria RAM sembra non poter essere disponibile, è parte attiva del sistema.

Com’è possibile quindi sfruttare l’intera capacità fisica della memoria RAM?

In alcuni sistemi di ultima generazione questo spazio viene ampliato a 4GB in uno spazio degli indirizzi superiore grazie all’attivazione del “Memory Remap” nel BIOS, così da permettere l’uso della memoria RAM installata nel sistema operativo.

Anche il nostro articolo “Breve guida per la risoluzione dei problemi che sorgono durante l’installazione di memorie RAM” vi fornirà tutte le informazioni utili, qualora l’aggiornamento della memoria RAM non abbia sortito i risultati desiderati.

Anche sulla pagina di Windows trovate indicazioni utili su questo tema:
http://support.microsoft.com/kb/929605/it.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *