Maggiori prestazioni per il vostro notebook grazie alla memoria SSD

Avete paura di effettuare per conto vostro un aggiornamento dell’SSD? Qui di seguito vi mostriamo, passo per passo, come donare al vostro notebook una velocità da sogno.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars | 4 (4,00)
Loading...
| CompuRAM Redaktion | 1 Replica
Tag:,

I vantaggi che una memoria SSD (Solid State Disk o Solid State Drive) garantisce al vostro PC portatile, rispetto a un tradizionale disco rigido, sono molto evidenti. I tempi di accesso al disco estremamente ridotti velocizzano notevolmente i tempi di lavoro con il vostro portatile. In questo modo l’avvio del sistema operativo e dei programmi avverrà in una frazione di secondo, a differenza del tempo necessario con il disco rigido.

Chi, per esempio, dovesse dotare il proprio notebook di una memoria RAM 8GB più una memoria SSD otterrà un aumento della velocità del sistema difficilmente eguagliabile; nemmeno una memoria da 16GB combinata con il disco rigido tradizionale sarà in grado di competere.

In particolare se portate sempre con voi il vostro notebook, la memoria flash è la soluzione perfetta, poiché priva di componenti mobili ed estremamente robusta dal punto di vista meccanico. Questo si esprime in un ulteriore vantaggio: la memoria SSD è molto silenziosa e non necessita di essere portata a raffreddamento durante il funzionamento. Inoltre, dal momento che necessita di una quantità minore di energia elettrica avrà anche notevoli vantaggi sulla durata della vostra batteria.

C’è una cosa però che spaventa molti di voi, quando pensate di sostituire il disco rigido con una memoria SSD: il fatto che si interviene letteralmente sul sistema generale del vostro notebook, quindi anche sui software e i dati presenti su di esso. Per coloro che si interessano di tecnologia e che conoscono almeno le regole base, installare una memoria Flash sarà semplice e sicuro.

Qui di seguito vi mostreremo, in 5 semplici passi, come trasformare il vostro PC portatile in un apparecchio dalla velocità sorprendentemente unica, senza andare a modificare o perdere i vostri dati.

1. Controllo del notebook: il mio portatile supporta l’installazione di una memoria SSD?
2. Controllo della memoria flash: scelta della forma e della capacità di archiviazione della memoria SSD
3. Trasferimento sicuro dei dati sulla memoria SSD
4. Controllo del piano e degli strumenti di lavoro – avete già tutto l’occorrente?
5. Al lavoro! Come si installa effettivamente una memoria SSD

1. Controllo del notebook: il mio portatile supporta l’installazione di una memoria SSD?

sata

Le memorie SSD sono compatibili con tutti i notebook dotati di interfaccia SATA.

Tutti i notebook dotati di interfaccia Serial ATA(SATA) supportano l’installazione di una memoria SSD. Al contrario, per gli apparecchi che sono ancora dotati dell’interfaccia standard ATA (IDE) non è consigliato investire in un nuovo disco rigido dalla memoria flash, anche se il mercato offre prodotti equivalenti. Il motivo è che la velocità di trasferimento dei dati non è sufficiente per sfruttare i vantaggi della memoria SSD, che viene venduta a un prezzo superiore.

CDI-Download1Evitate di dover aprire il vostro apparecchio per scoprire se è dotato di un’interfaccia SATA e quindi in grado di supportare una memoria SSD e scaricate gratuitamente il programma ChrystalDiskInfo. Vi consigliamo di scaricare la versione Shizuku come file ZIP poiché non necessita dell’installazione per essere avviata.

CDI-DownloadDopo aver scaricato il file d’archivio ZIP aprite l’elenco dei programmi contenuti, per poi far partire DiskinfoS.exe facendo doppio click. Se avete Windows XP come sistema operativo dovete lavorare dal profilo dell’amministratore. Qualora, invece, abbiate Windows 7 o Windows 8, inserite la password dell’amministratore.

CDI-AusgabeA questo punto, nell’arco di pochi secondi riceverete tutte le informazioni riguardo l’harddisk installato sul vostro portatile, nonché l’interfaccia e la modalità di trasferimento dati.

Se il vostro sistema rivela la presenza dell’interfaccia Serial ATA allora potete procedere con il secondo passo.

2. Controllo della memoria flash: scelta della forma e della capacità di archiviazione della memoria SSD

Poiché la maggior parte dei notebook è dotata di un disco rigido di 2,5 pollici potete anche evitare di considerare le misure del vostro disco rigido nel momento in cui scegliete la memoria SSD. La differenza maggiore risiede nell’altezza (spessore) del disco rigido. I nuovissimi ultrabook, per esempio, possono solo essere dotati di memorie SSD estremamente sottili (7 o 9 mm). Scegliendo la memoria SSD flash da 7mm, acquistabile da CompuRAM, potete anche evitare di considerare l’altezza, poiché sarà possibile applicare questo tipo di memoria a tutti i modelli di PC portatili. I fori laterali del disco sono tutti standardizzati, sia sulle memorie SSD che sui dischi rigidi, così da permettere di fissare qualsiasi tipo di memoria SSD al relativo sostegno.

ssd-vs-festplatte

La nostra sottile memoria SSD Samsung (vd. foto a sinistra) può essere installata anche negli Ultrabook di ultima generazione estremamente sottili.

La scelta della capacità di archiviazione che fa per voi. La scelta della memoria SSD giusta, infatti, è sempre accompagnata da un filo di amarezza, e cioè il prezzo superiore alle memorie normali e il fatto che non sia disponibile con le capacità di archiviazione dei dischi rigidi tradizionali. Per esempio una memoria SSD da 128 GB è attualmente disponibile per circa 110€ (prezzo netto; febbraio 2013). Per chi volesse installare una memoria SSD da 256 o da 512 GB deve mettere in conto tra i 200 e i 400€. Per coloro che usano programmi grafici ad alta prestazione si tratta di un investimento sicuro in un incremento notevole nella velocità di lavoro.

Di quanta memoria avete effettivamente bisogno?

Prima di poter capire di quanta memoria avete effettivamente bisogno, è importante controllare la grandezza e il contenuto del vostro disco rigido. L’installazione di una memoria SSD spesso rappresenta l’occasione perfetta per fare una pulizia dei vostri dati e riorganizzarli, per esempio trasferendo foto e video su una memoria in rete collegata alla linea WiFi (NAS – Network Attached Storage) oppure su un hard disk esterno USB. Inoltre programmi per la pulizia del computer, come AllDup o Xleaner aiutano a eliminare velocemente dal vostro computer i dati superflui che sorgono durante il processo di installazione dei programmi.

3. Trasferimento sicuro dei dati sulla memoria SSD

La memoria SSD è pronta, il notebook anche. Prima di sostituire il vostro disco rigido con la SSD, però, dovete avere ben presente la strategia di back up e trasferimento dei dati, così da evitare nuove installazioni o configurazioni non desiderate e che prevedono lunghe attese, nonché per evitare la perdita di dati. A differenza dei computer fissi, su un notebook solitamente non è possibile far funzionare più dischi rigidi parallelamente. I file già esistenti possono essere copiati su memorie esterne e da lì trasferiti poi sulla memoria SSD – in un sistema operativo questo non sarà però possibile. Questi sono i possibili scenari:

Variante A – nuova installazione del sistema operativo e semplice trasferimento dei file

Se state già pensando di aggiornare il vostro sistema operativo e i programmi già installati, per esempio installando Windows 7 o 8 al posto di Windows XP, non avete bisogno di fare nulla di più prima dell’installazione della vostra memoria SSD. Assicuratevi se la casa produttrice non offra un nuovo BIOS ed installatelo. A questo punto collegate il vostro disco rigido all’interfaccia esterna USB per mezzo di un adattatore (vedi punto 4.) e copiate i vostri dati 1:1 sulla memoria SSD. Qualora non vogliate fare uso di un adattatore speciale potete effettuare l’operazione tramite un disco rigido esterno su cui verranno salvati i vostri file per poi essere trasferiti sulla memoria SSD dopo l’installazione.

Variante B – creazione dell’immagine del disco rigido

Se volete mantenere tutti i dati presenti sul vostro disco rigido, quindi il sistema operativo, i programmi installati, così come le password e le impostazioni personalizzate, allora dovete creare un’immagine del disco rigido, che contenga anche il master boot record e tutte le partizioni, per poi clonarla sulla memoria SSD. In questo modo evitate di dover effettuare nuove installazioni e configurazioni lunghe e complicate. In questa fase del processo potrete sfruttare strumenti come Backup o Recovery-Software True Image di Acronis, disponibile nella versione gratuita per 30 giorni. Per SSD Samsung è il software di trasferimento dati da scaricare

Poiché questo tipo di trasferimento dati è il più comune prima di installare una memoria SSD, nel punto 5 vi illustriamo come procedere, in modo dettagliato.

4. Controllo del piano e degli strumenti di lavoro – avete già tutto l’occorrente?

Come un modulo di memoria RAM, anche la memoria SSD è una componente molto sensibile, che potrebbe essere danneggiata soprattutto durante l’installazione, a causa delle scariche elettrostatiche. La funzionalità di questa nuova memoria potrebbe essere anche danneggiata dalla polvere, da campi magnetici o dall’uso di strumenti non adatti. Quindi prima di arrivare al dunque è importante che vi assicuriate di avere sotto mano tutti gli strumenti di lavoro di cui necessitate.

Siete già esperti nel maneggiare hardware sensibili e sapete bene cosa state facendo? Se la risposta è sì, forse potete evitare di leggere quanto segue. Non dite però che non vi abbiamo avvisato…

Assicuratevi che il piano di lavoro dove disporrete tutti gli strumenti di lavoro necessari sia pulito e in ordine.

  • arbeitsplatzPer l’installazione di una memoria SSD in un PC portatile vi consigliamo strumenti ESD (protetti dalle scariche elettrostatiche).
  • Per effettuare il trasferimento dei dati dal disco rigido alla memoria SSD, attraverso la porta USB del vostro portatile, avete bisogno dell’ adattatore SATA USB per disco rigido.
  • Per evitare scariche elettrostatiche durante l’installazione della memoria SSD indossate guanti speciali antistatici e/o un bracciale ESD. Sui posti di lavoro in cui si lavora quotidianamente con componenti altamente sensibili, molto spesso sono presenti pavimenti speciali e si lavora con indumenti protettivi. Se installate la memoria SSD da casa, allora raggiungete già un ottimo grado di protezione indossando i guanti antistatici e/o un bracciale ESD.

Ora se avete preparato il vostro notebook con la memoria SSD da installare, potete mettervi subito al lavoro.

5. Al lavoro! Come si installa effettivamente una memoria SSD

adapter-aufstecken-250pxSe installate una memoria SSD Samsung vi verrà già fornito in allegato il CD con il software per il trasferimento dei dati (“data migration software”), concepito proprio per l’installazione di memorie SSD Samsung. Chi non dovesse aver ricevuto nessun software per il trasferimento dati insieme alla memoria flash allora può clonare il proprio disco rigido con il software True Image (vedi punto 3).
A questo punto collegate la nuova memoria SSD alla porta USB del vostro notebook tramite l’adattatore di cui già disponete e installate il Data Migration Software. Il software vi guiderà senza problemi durante tutto il corso dell’installazione. Ora inizia il klonvorgang-abgeschlossenprocesso di clonazione dei dati e nel frattempo potete tranquillamente dedicarvi ad altro. La durata di questo processo varia a seconda della grandezza del disco rigido, nonché della quantità di dati contenuti su di esso. Nel nostro caso il processo è terminato dopo due ore, quando è comparsa la finestra “processo di clonazione terminato”.

Ora, come richiesto anche dal sistema, spegnete il vostro PC portatile e iniziate a smontare il disco rigido. A chi non fosse completamente sicuro su dove sia posizionato il disco rigido consigliamo di consultare prima il manuale del suo notebook.

festplatteherausziehen-300px

A questo punto estraete i due isolanti in gomma presenti sull’estremità destra e sinistra del profilo di metallo che circonda il disco rigido del notebook (noi abbiamo un Lenovo Thinkpad). La maggior parte dei notebook non sono dotati di ulteriori ammortizzatori e i fermi variano a seconda del modello (vedi foto).
Vi consigliamo di tenere a mente com’era fissato il disco rigido al sostegno (interfaccia SATA). Poiché la memoria SSD è più sottile del disco rigido spesso i fori non indicano esattamente la posizione giusta.

ssd-halterungen

Nel Lenovo Thinkpad il disco rigido, quindi la memoria SSD, è protetta da un telaio di metallo e da isolanti di gomma (non presenti sulla foto). Nel Dell Latitude la memoria SSD viene avvitata solo da un lato al relativo sostegno (vd. foto a destra) per poi essere direttamenta reinserita nello slot del disco rigido.

A questo punto inserite la memoria SSD nel relativo sostegno e avvitatela fino a fissarla bene. Dopo aver fissato anche gli isolanti in gomma (qualora necessario) inserite il tutto nel relativo sportello, facendo sempre molta attenzione, finchè la memoria SSD non si ingrani bene con l’interfaccia SATA. Poi chiudete l’involucro.

ssd-einbau

Dopo aver fissato bene il telaio di metallo e i rispettivi isolanti in gomma reinserite la memoria SSD nel rispettivo slot del disco rigido (Thinkpad; vd. foto a sinistra e in centro). Inserimento della memoria SSD, avvitata fino a essere ben fissata, nel Dell Latitute (vd. foto all’estrema destra).

Adesso arriva il bello: il PC si accende e nessun file è stato perso? Il pc dovrebbe accendersi velocemente. Controllate che effettivamente tutte le impostazioni siano state mantenute senza alcuna variazione. Anche i programmi dovranno essere aperti.

screenshot-ergebnis

Conclusione:

Chi si è informato attentamente prima di procedere con l’installazione e ha preparato tutti gli strumenti necessari non avrà alcun problema a sostituire il disco rigido con la memoria SSD. Dovete avere capito chiaramente soprattutto come trasferire i dati dal vostro disco rigido sulla nuova memoria SSD o su una memoria alternativa. I relativi software vi guideranno in modo semplice e sicuro nel corso di tutto il processo di clonazione dei dati.
Saremo lieti di darvi il nostro sostegno nella scelta della memoria SSD giusta per il vostro notebook.

Articoli simili:



One thought on “Maggiori prestazioni per il vostro notebook grazie alla memoria SSD

  1. franco, cosenza

    Credo che il particolare tralasciato non sia cosa di poco conto !
    Il lenovo di cui si parla, così come il travelmate, montano dischi con interfacca ide, mentre le memorie ssd sono sata.
    Sembra poco ?
    Stessa cosa con la ram. Il massimo, per i due prodotti. è di 4 Gb. non di 8.
    Grazie per l’ospitalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *